un apericena con gli squali… a Parma!

1010261_257520017706611_113819894_nAnche Parma non è forse il primo posto che venga in mente quando si pensa agli squali. Eppure è terra di grandi appassionati di mare: come i soci dello Yacht Club Parma che hanno organizzato, per l’evento di chiusura della stagione, una conferenza sul tema squali al Fidenza Village.

Qui una carrellata di foto di una bellissima serata, che Radio Montecarlo ha anticipato: ascolta l’intervista!

l’Ansa parla di noi: Tracce plastica in muscoli squalo elefante. Presentazione a Berlino della scoperta

con l’unica correzione e non di poco conto: l’Università di Siena non ha solo collaborato, ha proprio fatto le analisi!!

Leggi online qui

Tracce plastica in muscoli squalo elefante
Ingerita insieme al plancton, da’ possibili conseguenze ormonali
10 aprile, 20:18 – ROMA – Nei muscoli dello squalo elefante, il pesce piu’ grande del Mediterraneo, sono state trovate tracce di plastica. Lo ha scoperto lo studio Ose (Operazione squalo elefante) presentato oggi a Berlino durante la Conferenza sui rifiuti marini organizzata dalla Commissione Europea insieme al ministero tedesco dell’Ambiente.

La ricerca – condotta dall’associazione MedSharks e dal Settore conservazione natura di CTS con il sostegno della Fondazione Principe Alberto II di Monaco e a cui ha collaborato l’universita’ di Siena – ha scoperto ”la presenza di tracce di ftalati, che non si trovano in natura ma sono additivi aggiunti alla plastica per renderla malleabile, nei muscoli dello squalo elefante”, spiega all’ANSA la coordinatrice del progetto, Eleonora de Sabata. ”Cio’ significa che gli squali elefante, gli unici squali insieme a quelli balena a nutrirsi di plancton, hanno mangiato la plastica che galleggia in mare e l’hanno anche assimilata”.

Le conseguenze dell’assimilazione della plastica non sono al momento note, afferma de Sabata, ”ma sappiamo che gli ftalati hanno la potenzialita’ di modificare il sistema endocrino, quindi la produzione degli ormoni”.

”E’ la prima volta al mondo che questi composti vengono scoperti nelle carni di animali cosi’ grandi”, prosegue la coordinatrice dello studio, mentre invece sono stati gia’ individuati in pesci piu’ piccoli, ”ad esempio sgombri, sardine e gamberi”. Per sapere l’assimilazione della plastica si e’ verificata in altre specie di squalo, che si nutrono di pesci e altri animali marini, ”serviranno altre ricerche”.

per rivedere l’intervista su Geo&Geo…

OSE Geo2013_1 Bella e lunga intervista ieri su Rai3 a Geo&Geo, il programma condotto da Sveva Sagramola. Per chi volesse rivederla, per una settimana è attivo il link di Ray Replay –  andate direttamente al minuto 25′ e qualche secondo.

L’Operazione Squalo Elefante è un progetto di MedSharks con la collaborazione del CTS e della Fondazione Principe Alberto II di Monaco e l’Associazione Italiana della Fondazione Principe Alberto II di Monaco ONLUS

Operazione Squalo Elefante oggi in TV a Geo&Geo (Rai3, h18)

20130304-201107.jpgNon perdete la nostra intervista a Geo&Geo oggi (Rai3, circa le 18): mostreremo gli spettacolari video degli squali elefante mentre si nutrono, il prelievo dei campioni dell’esemplare spiaggiato a Mola e anche la storia a lieto fine del cetorino di Porto Cesareo, catturato l’altro ieri mattina e subito liberato dai pescatori locali. Seguendo questo link potrete vedere la diretta su internet.

L’Operazione Squalo Elefante è un progetto MedSharks condotto con il CTS e la Fondazione Principe Alberto II di Monaco e l’Associazione Italiana Fondazione Principe Alberto II di Monaco ONLUS.

parlano di noi… la RAI e Repubblica.it

Giornatone queste! La settimana scorsa si sono occupati di noi:

  • Bruno Vespa, che a Porta a Porta ha intervistato il principe Alberto di Monaco e ha prendeso spunto per parlare della sua Fondazione prorio della nostra ricerca (un po’ confusamente, diciamocelo. Questo il link, a 1h15′). Per fortuna poi Maurizio Codurri, presidente della filiale italiana della Fondazione, ha poi riportato in carreggiata il discorso!
  • Repubblica.it
  • di nuovo la RAI, con Giulio Guazzini che ci ha invitati durante il Salone di Genova a parlare del nostro progetto (qui sotto grazie all’ufficio stampa CTS)

Vi invitiamo a seguirci anche su Facebook, che aggiorniamo più velocemente!

due chiacchiere sugli squali con Folco Quilici

Quilici e de Sabata

Folco Quilici ed Eleonora de Sabata in Campidoglio

Piazza del Campidoglio non è esattamente piazza Unità a Trieste; dai sette colli il mare proprio non si vede.

Eppure sotto il cavallo di Marco Aurelio ieri si è parlato di squali: a Folco Quilici (e agli spettatori  della sua nuova trasmissione su Sky) abbiamo raccontato ila nostra Operazione Squalo Elefante e le attività che portiamo avanti per conoscere e proteggerequesta e altre specie di squali e razze che popolano il Mediterraneo.

L’Italia di Folco Quilici  andrà in onda sul canale Marcopolo di Sky (nel frattempo è andata in onda: eccola qui).