La cosa buona che non ci siano molti squali? Almeno non finiscono nelle reti!

20120328-172012.jpgSe il tratto di mare tra Capo Figari e Tavolara è uno degli ‘hot-spot’ che abbiamo individuato per gli squali elefante (qualunque sia la ragione che li attiri qui), non è strano che ogni tanto qualche animale si avvicini troppo alla costa e, soprattutto di notte, si infili in una rete.

L’ultimo a fare questa fine è stata una giovane femmina, il 20 marzo 2006. E’ un animale di cui conoscevamo la fine e grazie ad Andrea Gloghini del Centro Immersioni Figarolo abbiamo anche un campione del muscolo che ci servirà per l’analisi del DNA e dei contaminanti.
Oggi grazie a Giovanni Satta e Maurizio Pala, sottufficiali dellaGuardia Costiera di Golfo Aranci, abbiamo recuperato altre foto dello sfortunato animale. Si intravede il profilo della pinna dorsale, su cui compare anche una macchia chiara ben distinta. Non mi pare sia di alcun animale avvistato e fotografato quell’anno.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...